lunedì 27 agosto 2012

Ci sono cose (summer memories)

Ci sono cose che non ho potuto fotografare. In alcuni posti non si poteva come nella Gouffre de Padirac o a Lascaux II. Non si poteva e comunque probabilmente non avrebbe reso l'idea. Non ho potuto fotografare nemmeno la nostra discesa nelle viscere della terra alla grotta di Rouffignac, con un traballante trenino elettrico sul quale siamo arrivati in fondo al nulla nel buio più nero che avessimo mai visto: alla luce della torcia sono finalmente apparsi decine e decine di mammouth disegnati e incisi nella roccia. Incredibile. Mi rimane l'emozione di quell'esperienza, il volto dei miei figli che seguivano la luce della torcia con gli occhi di chi non sa dove diavolo sia e perchè ma ne è comunque estasiato.
Ci sono altre cose che non ho potuto trasformare in foto, come le istruzioni sul gioco della pelota dei due signori dietro di me nella piazza di Ascain, nei Paesi Baschi. O le chiacchere della gente mentre aspetta che la partita inizi, o il canto tradizionale basco al frontone di Hendaye.
Nè ho potuto tanto agevolmente fotografare mente pagaiavo sulla Dordogna verso la Rocque-Gageac, nè potrete capire da una foto quale sollievo è stato tuffarsi nelle acque (gelide) del fiume al Pont du Gard.
Insomma, devo trovare il modo di raccontarvi il bel viaggio che abbiamo fatto e di tutto quello che abbiamo vissuto in quasi tre settimane attraverso la Francia.
Non sarà facile, ma spero mi seguirete in questa avventura!

4 commenti:

kri kriegio ha detto...

Bentornata! Dalle tue parole si capisce che sono state BELLE vacanze! Sono contenta!

silvia ha detto...

Wow! Davvero non vedo l'ora di leggere il tuo diario di viaggio. A presto!

BIMBIBIMBI ha detto...

Bellissimo il tuo blog e i "tips" di Milano! Ci piace :)

acasadiclara ha detto...

grazie per i vostri commenti. in questi giorni sono un po' latitante causa impegnissimi di lavoro! a presto! clara