mercoledì 6 marzo 2013

Il Manifesto dei Musei per i bambini



Quelli di KAT (KidsArtTourism) mi sono molto simpatici e mi sembrano anche molto in gamba. (A parte che ho inviato una recensione di un museo estero per poi accorgermi che trattano solo di musei italiani...speriamo che non mi riconoscano mai, e nel caso mi perdonino :)

Dal loro sito, in cui segnalano attività per bambini nei musei di ogni genere in giro per le città italiane, visite guidate, laboratori, campus e via dicendo, promuovono anche il Manifesto dei Musei per i Bambini, invitando tutti noi a esprimere il nostro pensiero.

Come deve essere secondo voi un museo dove i bambini sono i benvenuti?

Adesso vi dico la mia. Vi invito poi a dire la vostra e a segnalarlo a KAT, sul loro sito o su twitter con gli hastags e .

Il museo dei nostri sogni  (e so di parlare per certo anche a nome dei miei figli) dovrebbe offrire:

 - attività per bambini a fasce di età e in varie lingue
 - visite guidate e laboratori per bambini e genitori con costi accessibili
 - biglietto famiglia o ingresso gratuito per i bambini e giornate "famiglia" in cui si entra gratuitamente o a prezzo ridotto
 - bar-ristoro interno a prezzi ragionevoli con tanto spazio e ambienti puliti e adatti ai bambini (e cose buone da mangiare e da bere!)
 - kit per attività individuali (tipo caccia al tesoro, memory, visual game) e brochures di spiegazioni pensate per i bambini
 - una biblioteca con libri relativi al museo, alle mostre in corso, alle collezioni, ad ingresso libero e con spazio per trascorrere tempo a leggere
 - un guest-book dei bambini, dove i bambini disegnando o scrivendo possano lasciare le proprie impressioni su quanto appena visto
 - personale gentile e competente
 - un pubblico felice che anche i bambini frequentino il museo (e come si fa?)
 - la possibilità di entrare con il passeggino
 - bagni adatti ai bambini anche piccoli (un fasciatoio è sempre ben accetto)
 - la possibilità di toccare qualcosa (ad esempio le statue di marmo)

Devo confessare che alcune di queste cose le abbiamo viste realizzate nei musei fin qui visitati. Purtroppo in molti altri non c'era spazio (nemmeno mentale) per i bambini, quasi come se l'istituzione "museo" non fosse ritenuta adatta o degna della visita dei piccoli uomini di domani.

Ormai, se mi conoscete e mi seguite da un po', sapete che per me è normale portare i bambini al Museo. Porto i miei figli anche nei musei poco adatti, consapevole che è comunque meglio di niente. Ci sono poi argomenti più interessanti e altri meno, anche per quel che riguarda me, ci mancherebbe. Perferisco gli oggetti ai quadri, i castelli alle pinacoteche, i musei e i siti archeologici rispetto ad altri. Ognuno in fondo ha le proprie passioni.

Non smetterò mai di proporre ai miei figli la visita ai musei, a qualsiasi latitudine ci capiti di trovarci.
Il mio motto è: "non ho fatto tutta questa fatica per arrivare fin qui e non vedere questo museo".

Sono convinta che entrare in un museo, sia
già di per sè un'emozione e un'avventura fantastica. Anche se poi magari la collezione o la mostra non vale molto (purtroppo capita). Anzi ci sono musei che vale la pena visitare solo per la loro architettura o il luogo in cui stanno (ad esempio il Guggenheim di Bilbao). Altre volte invece vale la pena la fatica proprio per i pezzi presentati nelle vetrine (ad esempio il Museo Nazionale di Atene). In Italia è un po' più difficile fare esempi memorabili.  Abbiamo musei pieni di opere d'arte e di capolavori, su questo non ci piove. E molti palazzi (penso a Roma) sono essi stessi meritevoli di una visita. Ma quando ci sono di mezzo i bambini è un'altra cosa!

Ma ci stiamo lavorando, no?


1 commento:

elisa ha detto...

cara clara, grazie per i tuoi punti e per il tuo bel post!
il tuo commento, lo abbiamo inserito lo stesso... chissa' mai che qualche famiglia vada ad amsterdam!

Segnaliamo a tutti che abbiamo lanciato un'altra campagna su fb e twitter....
FAMILY DAY @ MUSEUM!
la volete una giornata con ingresso gratuito per le famiglie con bambini nei musei? Fate sentire la vostra voce!