lunedì 12 maggio 2014

Sbucciarvi le ginocchia vi farà liberi.

Sbucciarvi le ginocchia vi farà liberi
Ci sono genitori che non mandano i bambini all'oratorio estivo perchè corrono e poi sudano.
Ci sono genitori che li mandano, sì, ma con i pantaloni lunghi altrimenti si sbucciano le ginocchia.
Ci sono genitori che li mandano all'oratorio estivo però poi non li mandano in piscina al mercoledi pomeriggio nè alla gita al venerdi perchè si stancano e tornano tardi.
Ci sono genitori che non mandano all'oratorio estivo i bambini perchè certe volte si fanno i gavettoni.
Peccato che a casa i bambini si annoino (magari davanti alla tv o ai videogiochi, ma è un'altra storia).
Soprattutto d'estate. 
Quando molti altri sono all'oratorio estivo, al grest, al campo scout o alla colonia.

Ci sono mamme che non si sanno staccare dai propri figli neppure quando questi hanno già 9 o 10 o 11 anni.
Quando invece è il momento di provare esperienze, sperimentare l'indipendenza, l'autonomia (di azione e pensiero), il fare da solo, il relazionarsi con qualcuno che non è necessariamente il genitore.

E non importa se qualche volta sarà triste e gli verrà un po' di malinconia; e non importa se la pasta non è buona come quella di casa o se si sbuccia il ginocchio. E non importa nemmeno se per le prime volte non si cambierà la maglietta o i calzini (bleah).

E non è che non importa. 
E' che si può sopravvivere a tutto questo.

E così imparerai che stare insieme agli altri è proprio una forza, che la tua pasta puoi passarla al tuo vicino, che magari scambia con te la salsiccia che a lui proprio non va giù. E che se hai freddo c'è sempre qualcuno che ti presta un golf e se cadi e ti fai male c'è qualcuno che ti aiuta.

A stare in casa non si impara nulla.
Nè a 9 anni nè a 90.

Mi ripeto. Sinite parvulos. Lasciateli andare questi vostri bambini.
E saranno felici (stravolti, zozzi, fradici di gavettoni, con le ginocchia sbucciate, sudati, ...ma felici).

5 commenti:

mammapiky ha detto...

Applauso Clara per questo post meraviglioso che condivido nel gruppo fb Mamma Piky....e' vero tutto ciò che dici, forse perché io da piccola l'ho fatto e sono stata felice!!

silvia - amoricolpisello ha detto...

Sottoscrivo anche le virgole di questo post!
Per fortuna che a ginocchia sbucciate e cicatrici i miei figli sono già sulla buona strada...

Silvia Guelpa ha detto...

Sarà che la mia bimba è ancora piccola, sarà per quello che è successo alla sua sorellina, ma anche al solo pensiero di mandarla all'asilo sono in ansia, non posso nemmeno immaginare per tutto il resto!
Silvia - senzate0502.blogspot.com

acasadiclara ha detto...

Grazie per i vostri commenti, è un post che ho scritto due anni fa, ma che è eterno e universale nei contenuti! Lasciare anndare i nostri figli è il regalo più bello che possiamo far loro. Anche se ci fa male. Ma vederli liberi e felici è una vittoria di genitori. Ora e sempre. Da piccoli e soprattutto da grandi. Bisogna solo aver un po' di coraggio e credere in loro. Se lo meritano!

Anonimo ha detto...

La mia ormai dodicenne non ha saltato un anno. Forse è paradossale dirlo, ma devo ringraziare il fatto che non abbiamo nonni: così lei dall età di tre anni ha trascorsi meravigliosi giorni di giochi, lavoretti, filastrocche, tornei, canzoni, balletti, disegni e, perchè no, noia e estiva tra oratorio e colonie. Io da bambina non l'avevo mai fatto. Un po' la invidio
Baci Clara, Barbara