venerdì 31 gennaio 2014

Liberiamo una ricetta 2014 - Il Quatre-Quart Della Comunione - #liberericette #freearecipe

Questa è la storia di due torte che ce l'hanno messa tutta per rovinarci la festa.

E' la storia di una mega festa di Comunione sotto il tendone dell'oratorio.

Sei mamme insieme che per festeggiare un evento importante nella vita dei loro figli e delle loro famiglie, decidono per una festa low cost, rimboccandosi le maniche, collaborando, cucinando, dividendosi i compiti (l'organizzazione era degna di una gara pubblicitaria), ridendo, e soprattutto spendendo pochissimo. 

Anche i papà, ovviamente, hanno avuto la loro parte: spostare i tavoli, tagliare il salame, portar via l'immondizia. Differenze di genere, baby (non è del tutto vero, G. ha fatto una ciotola di profiterol che faceva resuscitare los muertos).

Dicevo, le torte ci hanno fatto impazzire. Chiaramente abbiamo deciso di farle noi (mica le vorrete comprare???).
E poichè dovevano essere fatte all'ultimo momento, ci siamo trovate a farle di notte. E di notte non ha funzionato. 
E allora ci abbiamo riprovato all'alba
E siccome non c'era più tempo, la seconda torta da pan di spagna è diventato quatre-quart

Il quatre-quart (che ha origini bretoni e significa proprio quattro quarti, poichè i 4 ingredienti hanno lo stesso peso) è una torta for dummies
Viene sempre bene, è sempre buona, puoi aggiungere delle varianti, ma il risultato è sempre eccellente.

Così una luminosa mattina del piovosissimo maggio 2013, un semplice quattro-quarti è stato vestito da Torta della Comunione.

Marzia ha tagliato le fragole e la Emi ha fatto la crema pasticcera al limone (alla fine tra torte e crema il conto delle uova ha raggiunto livelli da Guinnes dei Primati).

Alla fine abbiamo ricoperto tutto di panna, l'abbiamo lasciata riposare in frigorifero fino al giorno dopo quando l'abbiamo caricata in macchina e portata all'oratorio tra mille peripezie.

La ricetta è questa: uova, zucchero, burro, farina in parti uguali.
Qualsiasi sia il vostro sistema di misurazione, andrà bene comunque.
(non storcete il naso per la quantità di burro, è una torta francese e si sa come va!)

In teoria bisognerebbe partire pesando le uova, e in base al peso di queste, pesare tutto il resto.

Fate conto che 3-4 uova (senza guscio) pesano 200-250 grammi. Se non volete pesarle, considerate 200 grammi come linea guida. Queste dosi vanno bene per una torta di grandezza normale, per intenderci in una teglia diam. 24 cm. 
Per la torta della Comunione abbiamo moltiplicato le dosi per 3. Et voilà!

Io spesso sostituisco lo zucchero con zucchero di canna, aggiungo gocce di cioccolato, 3 mele e la cannella (SLURP).

In teoria non serve il lievito (bastano le uova) ma mezza bustina io lo metterei comunque.

La ricetta base, cuoce in forno in cira 30-40 minuti.

E ci ha salvato la festa (che è stata bellissima e c'era anche il sole). E salverà anche le vostre feste.


Ehi bello!! Don't touch the cake!!!


E come si taglia questa cosa?



Valeva la pena di fare tutta questa fatica?

SIGH è finita!!!!Però che buona!!!!
  

Grazie amiche, è stata una bellissima avventura!


Questo post partecipa alla grande cucina comune di #liberericette

Le storie sono per chi le ascolta, le ricette per chi le mangia. Questa ricetta la regalo a chi legge. Non è di mia proprietà, è solo parte della mia quotidianità: per questo la lascio liberamente andare per il web.

Infine tutti i partecipanti a #liberericette si sono impegnati a donare il corrispettivo della propria ricetta al Centro Astalli che si occupa di rifugiati politici a Roma. Per ulteriori informazioni e per donazioni  http://www.centroastalli.it/index.php?id=532

https://www.facebook.com/events/620252821356559/

2 commenti:

Elena Valli ha detto...

Mi sa che la provo quando mi viene voglia improvvisa di torta. Che bello la comunione tutti insieme

mango dash ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.